LA SCUOLA DEL CODING

coding_logo

Le competenze digitali assumono per il contesto europeo un carattere trasversale e strategico; lo stesso Ministero indica come fattori essenziali per la crescita e lo sviluppo di competenze interdisciplinari, il corretto utilizzo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione come fattore essenziale per la strutturazione di un solido curricolo formativo nell’Istruzione Primaria e Secondaria di Primo Grado.

Infatti, il Syllabus di Elementi di Informatica per la scuola dell’Obbligo (pubblicato dal MIUR nel 2010) specifica chiaramente quali siano gli obiettivi che giustificano l’introduzione dell’Informatica in questa fascia di riferimento:

Iniziare ad utilizzare la logica nelle attività di organizzazione della conoscenza e nella costruzione delle competenze;

Conoscere le basilari metodologie e tecniche della programmazione, dell’algoritmica e della rappresentazione dei dati, come risorsa concettuale utile ad acquisire e a saper usare competenze e abilità generali di problem solving.

Possedere le abilità strumentali che consentono di usare i servizi offerti da Internet e dai software didattici, disponibili per ogni disciplina del curricolo.

L’attivazione della settimana del Coding presso la nostra scuola è motivato dalla esigenza di formulare proposte concrete per impostare correttamente un rinnovato curricolo formativo nel settore ICT sin dalle fasce primarie dell’istruzione prendendo spunto dalle Raccomandazioni del Parlamento Europeo relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente” del 18 dicembre 2006, che in Italia ha dato origine alle “Competenze chiave per la cittadinanza attiva”:

Imparare ad imparare

Progettare

Comunicare

Collaborare e partecipare

Agire in modo autonomo e responsabile

Risolvere problemi

Individuare collegamenti e relazioni

Acquisire e interpretare l’informazione

 

Il percorso formativo mira ad ampliare il Piano dell’Offerta Formativa della nostra scuola e ad ampliare curriculi della Programmazione didattica con la sistematizzazione di concetti, abilità e contenuti a carattere digitale, tali da includere non più e non soltanto l’uso corretto di un computer, ma la stimolazione di processi e strutture logiche di pensiero e favorire la crescita e l’armonioso sviluppo di abilità e competenze proprie di quell’autonomia cognitiva che rappresenta l’obiettivo finale del processo di apprendimento.

Obiettivi trasversali:

Promuovere attività didattiche sperimentali

Accrescere le competenze digitali degli alunni

Favorire percorsi interdisciplinari e inclusivi

Sviluppare il pensiero creativo

Capacità di innovare la didattica attraverso pratiche di problem solving

La nostra scuola ha partecipato alla settimana del coding a partire dall’ anno scolastico 2014/15 iscrivendosi sul sito di Programma il futuro, l’insegnante referente Rosaria Campanale ha partecipato all’ora del codice con le sue classi, avvalendosi delle attività del progetto presentate sul sito di supporto  cioè (http://programmailfuturo.it), con una funzione di guida e di approfondimento;

Nell’anno 2015/16 sono state coinvolte all’ora del codice ben 17 classi di scuola primaria che hanno usufruito di un tutor esterno fornito dalla TIM (sponsor ufficiale di Programma il Futuro). L’esperto esterno ha introdotto il pensiero computazionale e ha svolto con le classi esercitazioni on-line sulla piattaforma di Programma il Futuro in vista della partecipazione all’Ora del codice; contestualmente alcune classi hanno iscritto gli alunni a proseguire le attività di coding sul sito di fruizione delle lezioni. https://studio.code.org per effettuare esercitazioni mirate durante l’intero corso dell’anno e non limitato a poche ore. Nello stesso periodo 9 classi di Scuola dell’infanzia, hanno partecipato all’ora del codice in modalità unplagged. L’ora del codice svolta dalle classi della nostra scuola  è stata segnalata sulla mappa Italiana degli eventi del codice.

Anche nell’anno 2016/17 le attività relative al coding sono proseguite con l’iscrizione di alcune classi al sito https://studio.code.org molte attività sono state svolte in modo autonomo dagli alunni iscritti, un buon numero di classi ha partecipato all’ora del coding.

 

> Calendario delle attività svolte